sabato 29 ottobre 2016

[Recensione #26]: "E SE..." di Eliana Ciccopiedi




Buongiorno carissimi lettori e ...benvenuto week-end!!!
Questa mattina voglio proporvi la recensione di un libro che mi sta davvero a cuore e del quale ho avuto il piacere di ospitare una tappa all'interno del "Leggere Italiano BT"

E SE...

di 
Eliana Ciccopiedi
Anno 2016

Editore Lettere animate
Pagine 300
Acquistalo QUI 
(disponibile cartaceo ed ebook)

Elena è un architetto mancato che organizza matrimoni. L'architettura non paga al giorno d'oggi, e lei si è riciclata nel mestiere della wedding planner, che va per la maggiore. In realtà, non crede nel matrimonio. Ma sta con la stessa persona da dieci anni. La storia si apre con lei che assiste ad un musical di grande successo. Elena è rimasta stregata. Dallo spettacolo, e da due occhi visti su quel palco, occhi intensi e colmi di follia. Gli occhi di Leonardo, uno degli interpreti. Lui non è nel migliore periodo della sua vita. La carriera è alle stelle, ma ha perso anche tanto. Elena, sognatrice disillusa, su un treno per Firenze incontra per caso il suo idolo del momento. Lei ha tanto da dire, perché è in un periodo di trascuratezza, il fidanzato sempre meno presente, la vita che non è andata come doveva andare, e lui ha bisogno di ascoltare, per rimanere nel mondo reale e non cadere tra i ricordi di chi ha perduto. Un mix di circostanze e intenzioni farà passare loro del tempo insieme, tra palcoscenici e matrimoni, tra città e monumenti, e i due scopriranno molte affinità. E questo potrebbe far pensare al lieto fine. Non fosse per un particolare di una certa rilevanza. E se... con discorsi più e meno seri, ma anche risate e scene divertenti, è un romance adatto a tutte le donne che fanno ancora


Il romanzo inizia in un teatro con Elena, la protagonista, che sta assistendo ad un musical.
Nelle prima pagine ci vengono descritte le sensazioni di Elena nel vedere quello spettacolo che ai suoi occhi è qualcosa di meraviglioso, stupefacente... qualcosa che ti riempie di infinite emozioni tanto da farti diventare "dipendente" da quelle scene. 
Da qui parte anche il mio "amore a prima vista" per questa storia, perché l'autrice descrive in modo così dettagliato e con tanta passione queste scene iniziali tanto da farti provare le stesse emozioni della protagonista: è come assistere a quel musical con la fantasia. 

E' proprio a teatro che Elena incontra Leonardo, uno degli attori del cast , e ne rimane colpita sin da subito.
Non solo per la bellezza estetica, ma per la sua bravura e soprattutto per la passione con cui svolge la sua parte nel musical. 

Ecco un altro punto a favore del romanzo: i personaggi.
In alcune circostanze (e non vi dico quali, per non svelarvi parti importanti del racconto), mi sono rispecchiata nel personaggio di Elena, nel suo modo di pensare e nelle sue insicurezze.
I sui "E se..." mi hanno fatto tornare in mente pezzi della mia vita ormai nascosti in luoghi remoti della mia memoria portandomi poi a riflettere.
E ho letteralmente amato anche il modo con cui l'autrice ha descritto il personaggio di Leonardo tanto da sentirne la mancanza una volta finito di leggere il libro.

Eliana Ciccopiedi ci presenta un testo molto scorrevole, colmo di dialoghi schietti, realistici, che aiutano ancor di più ad immedesimare il lettore nelle vicende dei due personaggi.
Poi io amo i dialoghi, quindi capite la mia gioia nel trovarne così tanti e così diretti.
Ottimo anche il fatto di trovare tantissimi collegamenti musicali all'interno della narrazione. 

Non vi aspettate una delle solite storie d'amore viste e riviste, perché "E SE..." è qualcosa di assolutamente originale, particolare,


Riassumendo,  questo romanzo è un mix di infinite emozioni contrastanti, qualcosa che Vi colpirà nel profondo portandovi, come me, a riflettere sui tanti "e se" della vita, sulle tante domande che ci poniamo, sui nostri dubbi, le nostre paure e le nostre fragilità.

Il libro di Eliana merita di essere letto,


ve lo consiglio.

VOTO

4/5





1 commento:

  1. Grazie Ele! quanto mi piacerebbe che quello spettacolo ci fosse ancora, così da farvelo vedere... le mie parole non rendono l'idea dell'impatto che ha sul pubblico... Un abbraccio

    RispondiElimina

Un vostro commento, positivo o negativo che sia, è sempre molto gradito :)

Eleonora C.
La Biblioteca della Ele